Home » 2014 » VITTIME, TRADITORI, CARNEFICI, MARTIRI E LA SINDROME DI STOCCOLMA

VITTIME, TRADITORI, CARNEFICI, MARTIRI E LA SINDROME DI STOCCOLMA

La sindrome di Stoccolma è un assunto psicologico consolidato e certificato, vede le vittime parteggiare per i loro carnefici. Non vorrei che accada questo nel paese. Non vorrei che qualcuno voglia mistificare la realtà e la deformi. Chi sono le vittime e i carnefici della crisi amministrativa di Satriano? Le vittime sono i cittadini. Le vittime sono quelle persone che aspettano risposte per un miglioramento della qualità della vita da anni, anche da decenni e non ne ricevono. Non vorrei che oggi si faccia passare il sindaco come una vittima o un eroe. vittima di cosa? della sua incapacità ad amministrare e tenere in piedi una squadra?
Lungi da parte mia, fare una strumentalizzazione dei ruoli ed ergermi a paladino di chi si è astenuto. Bisogna però riconoscere almeno il merito alla minoranza di aver fatto massa critica e di aver comunicato e documentato lo stato di disagio che si avverte nel paese, disagio sociale e soprattuto economico. Bisogna dare un merito a chi ha preso le distanze da un BILANCIO NON CONGRUO, bisogna dare l’onore delle armi a chi i maggioranza ha preso le distanze da un ingiusto provvedimento, voglio infatti pensare che la loro valutazione sia stata determinata dal merito/demerito di un bilancio previsionale triennale mal scritto. Ricordo che i consiglieri rispondono in proprio per i provvedimenti che approvano (anche con il patrimonio personale). O vogliamo continuare ad elogiare chi vota senza manco leggere il contenuto dei provvedimenti o conoscerne le conseguenze, fatto salvo il mero ritorno familistico! Il bilancio previsionale 2017/2019 presentato è improprio! Il consigliere ha il diritto dovere di essere informato e di votare secondo coscienza (ricordo a qualche sofista che sentenzia sapendo di mentire che i consiglieri non hanno vincolo di mandato per legge, qualcuno dovrebbe saperlo benissimo questo passaggio visto che ha beneficiato del trasformismo di qualcuno per incarichi personali) Del resto non è una guerra tra vittime e carnefici! Non vi sono persone più’ o meno responsabili. Tutti siamo responsabili. Anche io sono responsabile. E’ responsabile chi oggi si erge a giudice quando è stato responsabile del bilancio dal 1994 (con residui passivi allucinanti iscritti da quell’anno ad oggi oltre 500.000 € che devono ora pagare i Satrianesi). E’ responsabile chi ha messo in piedi una squadra come questa. E’ responsabile chi ha generato 5 liste (io stesso pur avendone avuto il diritto dopo 5 anni di opposizione, da solo). Sono responsabili anche i 4 consiglieri che hanno votato a favore. ANALIZZIAMO PERCHE’ AD ESEMPIO L’HANNO FATTO! UNA, L’HA SICURAMENTE FATTO PER PAURA CHE CADESSE LA CONSILIATURA! MA PERCHE’ GLI ALTRI 3 HANNO VOTATO A FAVORE? PERCHE’ HANNO LETTO IL BILANCIO E LO TROVANO CONGRUO? PERCHE’ ALCUNI CONSILGLIERI AI PUNTI 2,3,4,5 ETC HANNO VOTATO PER LA MAGGIORANZA E POI SUL BILANCIO SI SONO ASTENUTI? DOBBIAMO ESSE SCURRILI E RIPORTARE QUELLO CHE TUTTI SAPPIAMO CITANDO FATTI, NOMI, INCARICHI E CIFRE? Credo che non sia salvifico quello che si legge sui social è imbarazzante ed onestamente intellettualmente disonesto, nei paesi sappiamo tutto di tutti, lo dico io senza dubbio di smentita perché non ho scheletri nell’armadio e non ho mai utilizzato il mio ruolo per curare interessi personali, mai, a differenza di molti parolai e ciarlatani che ancora vogliono disegnarsi un ruolo, o addirittura comprendendo che si è scritto una pagina storica nella paese per l’ameno due motivi, perché il lavoro della maggioranza è stato efficace a dimostrazione che la continuità paga a differenza di chi in passato ah affatto il lavoro di doppiobottismo e perché anche nella maggioranza si può dissentire ed astenersi e non votare senza capacità critica. Capisco anche chi si per candidato per interesse, li capisco, ma non li giustifico, capisco i limiti semantici e culturali, capisco e non giustifico la faziosità, la partigianeria ma non posso leggere esternazioni: vai avanti, traditori, sono una vittima, quelli sono carnefici. Credo che le uniche vittime siano i cittadini, quelli che hanno pagato 7.000 € per la TARSU, quelli che pagheranno per i debiti che andranno a regime tra un anno. Ognuno scrive quello che vuole, io stesso lo faccio da anni, ma poi bisogna sapere reggere anche il confronto, non con le parole ma con le azioni e il vissuto storico. La vittima non è chi viene mandato a casa perché incapace. le vittime sono i martire i di una incapacità.Sono vittime tutti quei ragazzi che pagheranno i danni di questi amministratori e di quelli precedenti che dopo anni di vessazioni e di non mi piace contro quelli che non votavano per loro, oggi hanno scoperto il mi piace virtuale dei social per difendere se stessi ed incrinare un evento storico, per la prima volta a Satriano si dissente anche dall’interno e si ha il coraggio di esternarlo. Le vittime sono i cittadini di Satriano, i Carnefici sicuramente gli attuali amministratori se continueranno ad intestardirsi non avendo più’ i numeri per farlo e soprattutto le capacità, come tutti i cittadini di Satriano sanno. A martire immolo solo la mia e l’intelligenza dei tanti Satrianesi che sono costretti a non riportare le reali motivazioni di chi oggi si schiera contro chi definiva incapace solo 10 giorni fa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *