Home » GOVERNO OMBRA » Trattamento economico dei consiglieri regionali

Trattamento economico dei consiglieri regionali

Il trattamento economico dei consiglieri regionali è disciplinato dalla legge regionale 29 ottobre 2002, n. 38 ("Testo unico in materia di indennità di carica, di funzione, di rimborso spese, di missione, di fine mandato e di assegno vitalizio spettanti ai consiglieri regionali della Regione Basilicata") e dalla legge regionale 2 febbraio 1998, n. 8 ("Nuova disciplina delle strutture di assistenza agli organi di direzione politica ed ai Gruppi").

Per consultare la legge 38/2002 clicca qui
http://www.consiglio.basilicata.it/Lavori/leggi_promulgate/leggi2002/L2002-038.asp

Per consultare la legge 8/1998 clicca qui
http://www.consiglio.basilicata.it/Lavori/leggi_promulgate/leggi1998/L1998-008.asp

Al consigliere regionale spetta una indennità di carica, uguale per tutti, a cui si aggiunge una indennità di funzione, che varia in base all’incarico ricoperto. Da queste indennità, oltre alle tasse, vengono trattenute le quote (obbligatorie) per l’indennità di fine mandato e per l’assegno vitalizio e le quote (facoltative) per la reversibilità del vitalizio. Ci sono poi la diaria ed i rimborsi spese per attività e per le missioni.

Indennità di carica (art. 2 legge regionale 38/2002)
L’indennità di carica dei consiglieri regionali è pari al 75 per cento dell’indennità mensile lorda dei parlamentari (11.703,64 euro) ed è corrisposta per 12 mensilità.
L’importo mensile spettante è il seguente:

Consigliere regionale 75% dell’indennità parlamentare (11.703,64 euro lordi) 8.777,73 euro lordi

Indennità di funzione (art. 7 legge regionale 38/2002)
L’indennità di funzione viene attribuita ai consiglieri che svolgono particolari funzioni e varia a seconda dell’incarico ricoperto:

euro lordi
Presidente Giunta e Consiglio 30% dell’indennità parlamentare 3.511,09
Vice Presidente Giunta 17% dell’indennità parlamentare 1.989,62
Assessore, Vice Presidente Consiglio 15% dell’indennità parlamentare 1.755,55
Presidente Commissione, Segretario Consiglio, Presidente Gruppo consiliare 10% dell’indennità parlamentare 1.170,36
Vice Presidente Commissione 5% dell’indennità parlamentare 585,18
Segretario Commissione 3% dell’indennità parlamentare 351,11

Trattenute (art. 3 legge regionale 38/2002)
Per l’indennità di fine mandato viene applicata una trattenuta del 5,50 % sull’indennità di carica, pari a 482,78 euro. Per l’assegno vitalizio viene applicata una trattenuta del 23% sull’indennità di carica, pari a 2.018,88 euro. Oltre a queste trattenute, obbligatorie, il consigliere regionale può scegliere di versare, facoltativamente, ulteriori 504,72 euro per la trattenuta per reversibilità. Sul totale delle indennità lorde si applicano inoltre le ritenute fiscali.

Indennità netta

Per effetto di queste trattenute l’indennità netta percepita dai consiglieri regionali, secondo i rispettivi incarichi, è la seguente:

Indennità di carica Indennità di funzione Ritenuta Irpef Trattenute vitalizio e fine mandato Indennità mensile netta
Presidente Giunta e Consiglio 8.777,73 3.511,09 4.507,43 2.501,66 5.279,74
Vice Presidente Giunta 8.777,73 1.989,62 3.853,20 2.501,66 4.412,50
Assessore, Vice Presidente Consiglio 8.777,73 1.755,55 3.752,55 2.501,66 4.279,07
Presidente Commissione, Segretario Consiglio, Presidente Gruppo consiliare 8.777,73 1.170,36 3.500,92 2.501,66 3.945,52
Vice Presidente Commissione 8.777,73 585,18 3.249,29 2.501,66 3.611,97
Segretario Commissione 8.777,73 351,11 3.148,64 2.501,66 3.478,55
Consigliere regionale 8.777,73 2.997,66 2.501,66 3.278,42


Nel caso in cui il consigliere regionale versi anche la quota aggiuntiva per la reversibilità, l’importo netto dell’indennità diminuisce di ulteriori 504,72 euro.

Decurtazioni per assenze (art. 4 legge regionale 38/2002)
Per ogni assenza non giustificata alle riunioni degli organismi consiliari viene applicata una decurtazione di 100 euro sull’indennità di carica, fino ad un massimo di 600 euro al mese.

Diaria (art. 8, comma 1, lett. a) e b), legge regionale 38/2002)
Al consigliere regionale viene riconosciuta una diaria di 3.251,07 euro mensili per le spese sostenute per le attività e i compiti connessi con lo svolgimento del mandato. Al presidente della Giunta regionale ed al presidente del Consiglio regionale, in considerazione delle elevate funzioni di rappresentanza politico – istituzionale che svolgono, questa diaria è maggiorata, rispettivamente, del 30 % e del 15 %.

Rimborso per le spese di segreteria e di rappresentanza (art. 11 legge regionale 8/1998)
A titolo di rimborso per le spese di segreteria e di rappresentanza, al consigliere regionale viene assegnato un contributo mensile di 2.561,27 euro, con obbligo di rendicontazione.

Spese di viaggio (art. 8, comma 5, legge regionale 38/2002) Per le attività istituzionali è corrisposto ai consiglieri regionali non residenti nel capoluogo un rimborso per le spese di viaggio per 18 riunioni mensili, pari ad un terzo del costo della benzina verde necessaria per raggiungere il capoluogo.

Missioni (art. 9 legge regionale 38/2002)
Ai consiglieri regionali che per l’espletamento del proprio mandato devono recarsi in missione fuori dal territorio regionale, è corrisposta una diaria di 173,47 euro (in Italia) e di 208,16 euro (all’estero).

Assegno di fine mandato (art. 10 legge regionale 38/2002)
Il consigliere regionale (vedi alla voce “Trattenute”) versa mensilmente una quota pari al 5,50 % della propria indennità di carica, pari a 482,78 euro. Al termine del mandato consiliare, il consigliere regionale riceve l’assegno di fine mandato, che è pari all’ultima mensilità dell’indennità consiliare lorda, moltiplicata per ogni anno di effettivo esercizio del mandato.

Assegno vitalizio (art. 11, comma 1, legge regionale 38/2002)
Il consigliere regionale (vedi alla voce “Trattenute”) versa mensilmente una quota pari al 23% sull’indennità di carica, pari a 2.018,88 euro, che viene accantonata per il pagamento degli assegni vitalizi. Il consigliere regionale riceve il vitalizio a partire dal 65° anno di età. L’importo dell’assegno varia a seconda degli anni di mandato consiliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *