Home » SatriaNO ALLA DISCARICA » SATRIANO SVEGLIATI ALTRIMENTI LA DISCARICA E’ ALLE PORTE

SATRIANO SVEGLIATI ALTRIMENTI LA DISCARICA E’ ALLE PORTE

Stanno girando delle assurde notizie sulla vicenda discarica. Qualcuno sta facendo passare la notizia che la discarica è scongiurata perché  sono stati allargati i confini del Parco dell’Appennino lucano. Ebbene svegliamoci, ma è mai possibile che nell’era della informatica dell’accesso diretto agli atti vi siano persone che si facciano ancora circuire con informazione falsate e senza fondamento. La storia della discarica è una vicenda intrigata, dove politica e gli affari marciano di pari passo. Ad oggi la Tyke ha vinto contro il TAR del Lazio ed ha ottenuto lo stralcio della perimetrazione che includeva la località di pietra Congolo. Anche perché  gli attuali amministratori di Satriano nulla fecero per difendere il territorio( lo dice la stessa sentenza del TAR) ancor di piu’ gli amministratori si dimenticarono di inviare i documenti che la conferenza unificata stato, regioni e comuni , gli aveva richiesto, questa dimenticanza ha reso debole la posizione di Satriano in sede processuale e potrebbe renderla di piu’ di fronte al consiglio di stato. La discarica di Satriano è un puro affare economico , dove polita ed affari vanno di pari passo. La società che ha maturato un diritto per la realizzazione difficilmente si farà scavalcare. La politica regionale e provinciale hanno di fatto delegato la magistratura a prendere una decisione. Servono azioni concrete e soprattutto mantenere alta e desta l’attenzione, senza ulteriori superficialità e pericolose ambiguità. Dovendo scommettere c’è già chi ha scommesso sulla realizzazione delle discarica. Manteniamo alta l’attenzione. Altro che chiacchiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *