Home » INTERROGAZIONI, MOZIONI E PROPOSTE » RISPOSTA AGLI ARTICOLI COMPARSI OGGI SUI GIORNALI-INCOMPATIBILITA

RISPOSTA AGLI ARTICOLI COMPARSI OGGI SUI GIORNALI-INCOMPATIBILITA

Il consigliere Sangiacomo è incompatibile ai sensi del testo unico 267. Ma è eleggibile, essendo incompatibile a rivestire il doppio incarico, deve risolvere la condizione viziata che lo vede contemporaneamente assessore e comandante della polizia provinciale. La condizione di incompatibilità è nota anche agli amministratori di Satriano, considerato che l’assessore dal 19 Febbraio, giorno in cui abbiamo segnalato, come da nostro diritto dovere, la questione al sindaco, non partecipa piu’ agli incontri di giunta. Se fosse compatibile perché non partecipare?. Altrimenti sfidiamo l’assessore a parteciparvi e a votare i deliberati. In realtà abbiamo dovuto assistere,ieri sui giornali, alla solita invettiva arrogante di chi presenta la realtà delle cose in maniera quantomeno parziale. In vece di comunicare con un atto formale, così come ha fatto questo gruppo di minoranza, un parere che per il momento è di parte, si ricorre al solito comunicato stampa, strampalato, di chi da dell’inesperto agli altri, senza aver mai, lui, maturato alcuna esperienza di nessun tipo e soprattutto curricolo.Per quanto concerne il parere del prefetto, abbiamo il dubbio, che verificheremo, che qualcuno abbia richiesto un parere sulla eleggibilità del consigliere. Quando la questione è di altra natura. Sangiacomo è eleggibile, ma è sicuramente incompatibile a rivestire il doppio incarico, deve dunque dimettersi da qualche parte. È probabile che se qualcuno chieda al prefetto un parere sull’incompatibilità la risposta sarà di altro tipo. Lo faremo noi, rivolgendosi alle sedi deputate. Apprezziamo il fatto poi che dopo otto mesi di silenzi tombali in consiglio comunale, il consigliere si palesa con trattati narrativi e citazioni classico-ellenistiche care ad Esopo. Probabilmente saremo anche inesperti. Voi di esperienza ne avete ad iosa, soprattutto nell’arte della bugia e della menzogna. Noi non abbiamo mai gridato al lupo, anche perché il lupo non deve arrivare, è già a Satriano.Abbiamo forse gridato al Lupo sbugiardando il sindaco sui reali costi della raccolta della spazzatura a Satriano, i quali superano abbondantemente i 200.000 € , ogni anno dal 2004 ad oggi, a fronte dei circa € 80.000 dichiarati piu’ volte e con piu’ mezzi dal primo cittadino?, poi redentosi  al grido:…non ricordavo bene i numeri..Forse abbiamo gridato, forte al Lupo quando abbiamo segnalato le false dichiarazioni del sindaco sui protocolli?, ribadite in consiglio e per iscritto per poi affermare come un scolaretto che ruba la nutella:..non è successo niente..Dunque, benvenuto consigliere tra le anime parlanti, ma, in futuro, dica al suo addetto stampa, mentore o demiurgo, considerata la sua inaspettata vena letteraria, di metterle in bocca ben altre considerazioni. Di attenersi ai fatti e non alle esternazioni o alle citazioni, non scomodi i classici anche se per fanciulli, si attenga a fare il suo dovere di assessore durante le vicende amministrative nell’interesse della collettività, ad essere piu’ partecipe in consiglio e meno silente. Poi volendo fare dei richiami anche etici e morali, rimuova la palese situazione di incompatibilità di cui lei è protagonista, attore e non vittima. La legge in Italia è chiara, poi certo la si può interpretare. Ma vi assicuriamo che la vicenda è solo all’inizio chi grida vittoria insultando gli altri sbaglia, soprattutto quando questi altri, sono liberi, senza interessi personali e hanno come interesse, loro, la verità e il bene dei cittadini, quelli che tutte le mattine si alzano per lavorare e pagare balzelli e tasse, aumentate da improvvisati amministratori. Senza ricorrere a citazioni classiche, attività propria di chi deve dimostrare, solitamente, scarse frequentazioni nelle aule scolastiche, le diciamo banalmente: La bugia ha le gambe corte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *