Home » INTERROGAZIONI, MOZIONI E PROPOSTE » RICORSO AL COTTIMO FIDUCIARIO

RICORSO AL COTTIMO FIDUCIARIO

Che un’amministrazione comunale, ricorra al cottimo fiduciario, vale a dire a quel legittimo strumento, di parte, con il quale, in deroga al bando pubblico e all’appalto si individuano imprese locali che altrimenti non avrebbero alcuna chance di poter correre alla pari con le ben piu’ agguerrite imprese forestiere, non c’è tanto da scandalizzarsi. È una procedura che se non assoluta e prioritaria, salvaguarda la debole economia locale , da ossigeno alle imprese edili e soprattutto alle tante maestranze. Se la piccola e media impresa locale deve essere tutelata, ha diritto di tutela, anche e soprattutto il piccolissimo artigiano. Non si può derogare l’ utilizzo del bando per affidare al locale lavori che altrimenti andrebbero fuori, per poi vedere sub – appaltare lo stesso incarico a cottimisti o artigiani che vengono da fuori. Qualcosa non torna. Non si può pretendere quello che poi non si è disposti a dare. Noi per mettere un freno a questo pessimo comportamento, proporremo l’istituzione di un’ albo comunale delle imprese di costruzione e dei piccoli artigiani per regolamentare la gestione dei cottimi. Un regolamento che indirizzi gli incarichi a seconda del volume di affari delle imprese, del numero di dipendenti e della capacità di produrre idee progettuali e soluzioni concrete. Senza trascurare di premiare quelle imprese che assumono e stabilizzano i lavoratori precari!!!

la proposta dell’albo e del regolamento:proposta di ist. di un albo delle imprese fiduciarie.doc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *