Home » 2019 » PONTE BAILEY RAPPRESENTAZIONE PLASTICA DELL’INERZIA E DELLA INCAPACITA’ DELLA GIUNTA DI SATRIANO

PONTE BAILEY RAPPRESENTAZIONE PLASTICA DELL’INERZIA E DELLA INCAPACITA’ DELLA GIUNTA DI SATRIANO

LA DELIBERA PAP-00534-2018 PAP-00534-2018

NEL 1981 L’AMMINISTRAZIONE MILITARE HA PROVVISORIAMENTE CEDUTO IN USO AL COMUNE UN PONTE BAILEY DS M21.

LA CESSIONE TEMPORANEA E’ STATA RATIFICATA IL 23.11.2001 (COINCIDENZA E RICORRENZA EMBLEMATICA).

IL COMUNE DI SATRIANO HA VOLUTO RINNOVARE LA CONVENZIONE PER ALTRI 5 ANNI. POCO MALE, SI RINNOVA QUALCOSA QUANDO E’ UTILE!

SEMBREREBBE UNA PROCEDURA CRISTALLINA, UTILIZZARE UN BENE A SERVIZIO DELLA COMUNITA’ CHE COMPORTA UN ONERE ANNUALE.

C’E’ UN PROBLEMA SOSTANZIALE PERO’.
CONTINUIAMO A PAGARE IL CANONE PER UN PONTE INUTILIZZABILE E PERICOLOSO DA DECENNI.

NONOSTANTE LE CONTINUE POLEMICHE, I DIBATTITI IN CONSIGLIO COMUNALE E LE DICHIARAZIONI SU UNA IMMINENTE RISOLUZIONE DELLA QUESTIONE, CONTINUANO  A PAGARE SENZA LA MINIMA VOLONTA’ DI RESCINDERE IL CONTRATTO E NEMMENO CHIEDONO ALL’AMMINISTRAZIONE MILITARE DI INTERVENIRE PER ADEGUARE IL PONTE. NEI DOCUMENTI ALLEGATI, LA GIUNTA COMUNALE DICHIARA CHE IL PONTE E’ PERFETTAMENTE FUNZIONANTE, QUANDO E’ NOTO A TUTTI CHE E’ IN UNA CONDIZIONE STRUTTURALE FATISCENTE.
SULLA BASE DI QUANTO DICHIARANO, IMMAGINATE SE QUALCUNO DOVESSE ATTRAVERSARLO A PIEDI E CADERE NEL FIUME.

LA QUESTIONE CHE DAL MIO PUNTO DI VISTA RASENTA IL RIDICOLO, AD ALCUNI POTREBBE SEMBRARE MARGINALE, INVECE RAPPRESENTA PLASTICAMENTE LA TOTALE MANCANZA DI VOLOTA’ AD AFFRONTARE I PROBLEMI, OLTRE CHE LA INCAPACITA’ DI PERSONE DELEGATE AD AMMINISTRARE CHE INVECE SUBISCONO I PROBLEMI SENZA AVERE VOGLIA E COMPETENZA PER RISOLVERLI.

SI LIMITANO A PAGARE 1.500 EURO DI CANONE ANNUI PER QUALCOSA CHE NON E’ UTILIZZABILE E PEGGIO ANCORA DICHIARANO IL FALSO PUR DI NON AFFRONTARE IL PROBLEMA.
IL FALSO, DICONO NELLA CONVENZIONE CHE OBBLIGA IL COMUNE A PAGARE PER ALTRI 5 ANNI CHE IL PONTE E’ PERFETTAMENTE FUNZIONANTE!

QUESTA E’ LA COSTANTE DI TUTTI QUELLI CHE HANNO AMMINISTRATO SATRIANO IN QUESTI ANNI, PAVIDITA’, INCURIA, PIGRIZIA ED INTERESSE SOLO AD INIZIATIVE CON UN TORNACONTO PERSONALE.
LA QUESTIONE PONTE EVIDENZIA LA TOTALE SCIATTERIA NELLA GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA, RITENENDO CHE I SOLDI DELLA COLLETTIVITA’ SIANO SENZA ALCUNE VALORE NOMINALE E DEGNI DI SPRECO.
COME SE MOLTIPLICANDO 1.500 EURO ANNUI PER UN TRENTENNIO NON SI OTTENESSE UNA SOMMA SOTTRATTA ALLA COLLETTIVITA’.
SIGNORI QUESTO E’ DANNO ERARIALE.

ECCO PERCHE’ BISOGNA CAMBIARE TRA 7 MESI. CAMBIARE CULTURA NELLA GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA, METODO ED ATTENZIONE ALLE RISORSE.
NON BISOGNA SOLO CAMBIARE FACCE, PERSONE O PEGGIO ANCORA CASACCHE, SERVE UNA RIVOLUZIONE CULTURALE, FATTA DA COERENZA, PERSONALITA’ E DEDIZIONE DISINTERESSATA ALAL COSA PUBBLICA.
VIRTU’ FACILMENTE DICHIARABILI IN CAMPAGNA ELETTORALE, MA CHE SOLO IL TEMPO, L’IMPEGNO E LA COSTANZA HANNO REALMENTE CERTIFICATO E SONO SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI, TRANNE QUELLI CHE NON VOGLIONO VEDERE O CHE DA DECENNI “MANGIANO” CON IL COMUNE E SANNO CHE QUALCUNO FINALMENTE NON GLI APRIREBBE PIU’ LE PORTE PRIVILEGIATE TRATTANDOLI COME CITTADINI, COME TUTTI GLI ALTRI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *