Home » SPAZZATURA, RIFIUTI E COSTI » PANNELLI FOTO-IPOCRITI

PANNELLI FOTO-IPOCRITI

Incominciano a mancare le parole. Ogni qual volta dobbiamo informare la cittadinanza su un qualsiasi argomento di fronte alla sfrontatezza e alla ipocrisia della giunta di Satriano su un qualsiasi argomento, non riusciamo piu’ a trovare parole e sinonimi del termine bugiardo . Anche le cosiddette fonti energetiche pulite sono state attraversate dalla sagra della ipocrisia che è la costante dell’agire amministrativo del comune di Satriano. L’ente e i suoi amministratori hanno autorizzato tramite DIA decine e decine di impianti fotovoltaici, in maniera indiscriminata, senza regole, senza uno studio preliminare e una Valutazione di Impatto Ambientale. Stanno sorgendo a Satriano li dove c’erano campi, orti, ginestre, macchia mediterranea, come funghi, miliardi di cellule fotovoltaiche. L’istallazione indiscriminata non solo deturpa il paesaggio, ma crea degli evidenti imbarazzi a velleità di sviluppo agricolo, paesaggistico e turistico .Difatti lungi da essere  contrari a prescindere, ma esistono alcuni studi che affermano che il componete principe  della cellula fotovoltaica, il silicio abbia un pericolo cancerogeno. C’è un problema serio per lo smaltimento futuro degli impianti. Le stesse società non danno garanzie trattandosi tutte di SRL. Ebbene solo  a fatto accaduto gli amministratori portano in consiglio comunale uno straccio di regolamento senza regole, una sorta di moratoria a danno avvenuto. Per poi farsi belli al solito a mezzo stampa dichiarando il falso. Non contenti mentono prima e dopo. Difatti in questi giorni hanno varato una delibera di giunta con la quale autorizzano i lavori di allaccio degli impianti alla rete elettrica, legittimando di fatto gli impianti e l’iniziativa senza alcuna remore di impatto e deturpamento del territorio. Esattamente il contrario di quanto detto nella postuma regolamentazione e su tutti gli organi di stampa. Al solito ipocriti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *