Home » 2019 » PADRI, PADRONI, PEPERONCINI E PEPERONI

PADRI, PADRONI, PEPERONCINI E PEPERONI

I lavoratori del reddito d’inserimento dovrebbero supportare ed affiancare i dipendenti comunali in piccoli lavori di pubblica utilità. A Satriano stanno facendo tantissimo, molto, in alcune occasioni anche troppo! Tra le loro mansioni non rientrano le pulizie di strutture date in comodato d’uso gratuito. Nello specifico la sede che ospita, l’ottima iniziativa dell’accademia del peperoncino, è stata data dal comune in comodato d’uso gratuito all’associazione o al soggetto giuridico che la sovrintende! Non capisco perché debba essere pulito dai lavoratori “ex  mobilità”, poi su esplicito “stimolo” di un amministratore comunale. Vorrei ricordare che la sede del peperoncino ha già beneficiato di alcuni benefit: Lavori eseguiti da chissà quale committente, con chissà quali fondi, senza una SCIA regolarmente prodotta (presentata in sanatoria solo dopo mie formali denunce, anche in consiglio comunale). Voglio ricordare a chiunque voglia esercitare pur meritorie velleità culturali, lo deve fare con fondi, risorse evidenti, trasparenti e consultabili, oppure con risorse proprie! Ricordo a molti che dal 2009 ad oggi sono stati dipalidati oltre 1.400.000 € per attività materiali ed immateriali con finalità sommariamente culturali, i cui risultati sono evidenti solo a pochi, visto lo scoramento di un intero paese. A chi crede, poi,  di essere nato il giorno prima dei furbi, il sottoscritto è Cuzzaro e Resiliente, nel 2019 sarà di nuovo sulle barricate senza buonismi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *