Home » Consigli e Guide » Non rispondete alle chiamate che provengono dall’estero, vi rubano i soldi

Non rispondete alle chiamate che provengono dall’estero, vi rubano i soldi

Stanno aumentando le telefonate mute che arrivano a tutti gli utenti di telefonia mobile in Italia.
Un po’ tutti abbino ricevuto un telefonata con un prefisso straniero senza ricevere risposta e forte è stata la tentazione di richiamare. Chi non ha richiamato ha fatto benissimo, chi si è fatto prendere dalla curiosità richiamando ha perso dai 5 ai 20 €.

Non richiamate se trovare una chiamata proveniente dall’estero sul vostro telefonino e se soprattutto non conoscete il numero di provenienza, se lo fate si attiva una servizio a appagamento che vi prosciuga il conto con cifre ingenti anche su pochi secondi di telefonata. Se il vostro telefonino è collegato a una carta di credito il prelievo indebito può continuare all’infinito.

Chiamate mute dall’estero: i numeri a cui non rispondere
Chiamate mute dalla Tunisia: che cosa sono
Per evitare qualsiasi fraintendimento, diciamo subito che si tratta di truffe telefoniche. Se avete trovato sul vostro smartphone una chiamata persa con un prefisso tunisino (+216) vi diciamo subito che è una trappola. Fino a un po’ di tempo fa, i malintenzionati utilizzavano questi due numeri di telefono per portare avanti le loro truffe: +216 28 915 036 o +216 28 914 685.

Le chiamate-truffa utilizzano solitamente prefissi esteri. Da quanto emerso negli ultimi giorni, le chiamate provengono dalla Tunisia (+216), Moldavia (+373), Vanuatu (+678), Kosovo (+383), Bielorussia (+375), Lettonia (+371), Tanzania (+255) e Gran Bretagna (+44). Logicamente non vogliamo dire che tutte le telefonate che arrivano da numeri con questi prefissi sono pericolose, ma prima di richiamare bisogna fare una ricerca online per capire di chi si tratta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *