Home » GOVERNO OMBRA » MA CHE FREDDO FA!….MA CHE FREDDO FA! ….NELLE SCUOLE DI SATRIANO!

MA CHE FREDDO FA!….MA CHE FREDDO FA! ….NELLE SCUOLE DI SATRIANO!

D’inverno il sole stanco
a letto presto se ne va
non ce la fa più
non ce la fa più
la notte adesso scende
con le sue mani fredde su di me
ma che freddo fa
ma che freddo fa

 Questo è l’intro della celebre canzone di Nada. Questo è il ritornello che da piu’ di una settimana stanno cantando per riscaldarsi, forse, i bambini della scuola dell’infanzia (elementare) di Satriano di Lucania. Da quando sono rientrati, i bimbi, il 10 gennaio, per riscaldarsi sono costretti a rimanere in classe con giubbotti, cappotti e sciarpe. Un po’ come accadeva nelle scuole dei nostri paesi nel dopo guerra o negli anni ’50. O forse per emulare le atmosfere care al C. Dickens e al su D. Copperfield, potrebbe forse trattarsi di un nuovo laboratorio di antropologia culturale e letteraria. A parte l’ironia che ci sembra, sempre, l’unico approccio, saggio alla fine, di fronte allo scoramento di una tale notizia. Non sappiamo se sono rotte le caldaie o c’è un guasto strutturale o se peggio ancora manchi il gas o altro tipo di combustibile fossile, ma siamo certi che si debba intervenire subito per risolvere una condizione simile. Una settimana all’agghiaccio sia già stata una prova consistente per i bambini. E’ strano che Satriano che vuole a tutti i costi e senza alcuna remora di danno ambientale, passare come paese della Green Economy o della energia pulita non sappia riscaldare i propri edifici come si fa in tutte le scuole del regno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *