Home » CULTURA » Le scuole con meno di 400 alunni si possono salvare

Le scuole con meno di 400 alunni si possono salvare

Scuole con meno di 500 alunni e 300 per isole e montagne andranno a reggenza. Passa emendamento

L’emendamento approvato in commissione bilancio potrebbe salvare alcuni istituti lucani con meno di 400 alunni. Chissà se si potrà salvare Satriano di Lucania, o addirittura recuperare Vietri di Potenza solo per citare alcuni casi viciniori. Ma è ovvio che in tutti i casi ci vorrà lungimiranza e una visione a medio e lungo termine. Chissà cosa accadrà?

Emendamento che rivede le regole per il dimensionamento scolastico passato ieri in commissione Bilancio. Le regole varranno per l’anno 2021/22

L’emendamento è volto a ridurre i parametri numerici previsti dall’attuale normativa relativa alle istituzioni scolastiche autonome. Con la nuova norma, la soglia scende da un minimo di 600 a un minimo di 500 studenti nei casi ordinari, e da un minimo di 400 a un minimo di 300 nei casi riguardanti le piccole isole, i comuni montani e le aree caratterizzate da specificità linguistiche.

Secondo quanto si legge nel testo approvato, per il 2021/22, alle istituzioni scolastiche con meno di 500 alunni e 300 per quelle nelle piccole isole e comuni montani, nonché in aree con specificità linguistiche, non potranno essere assegnati dirigenti scolastici con incarico a tempo indeterminato. Le scuole andranno in reggenza.

Il testo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *