Home » LAVORI PUBBLICI ED EMERGENZE » LE FRANE DI G. FORTUNATO

LE FRANE DI G. FORTUNATO

In un precedente post abbiamo tirato in ballo l’ attualità del meridionalista Giustino Fortunato. Satriano quanto ad emigrazione, non si è mai fatta mancare nulla negli anni, ne temiamo, resterà al palo in futuro, se le cose non cambieranno certo sarà un nuovo vento migratorio, tra l’altro già avviato. Anche l’altra condanna storica della nostra terra, denunciata 150 anni fa dall’intellettuale rionerese, ha la sua triste evidenza nel nostro paese: le FRANE. Il paese è soggetto, da sempre, ad un periodico movimento franoso, per la sua conformazione idrogeologica. Tipica dei paesi lucani. Parti del paese, come la parte alta di Via San Martino o Piazza Umberto I°,  sono una cronicità mai risolta.

Ma da alcuni anni, è evidente una lesione longitudinale in Corso Trieste che coinvolge la parte alta dal “tuoppo” fino a Piazza degli Emigranti.

Bene, mentre si rifanno piazze, si ristrutturano edifici e si spendono soldi per faraoniche opere, nessuno si è posto il problema di verificare la opportunità di effettuare uno studio sulla pericolosità delle lesioni.

Post Tagged with,,,,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *