Home » INTERROGAZIONI, MOZIONI E PROPOSTE » INTERROGAZIONE:Richiesta chiarimenti su alcune affermazioni fatte dal candidato sindaco Miglionico nel comizio del 4 giugno 2009.

INTERROGAZIONE:Richiesta chiarimenti su alcune affermazioni fatte dal candidato sindaco Miglionico nel comizio del 4 giugno 2009.

Nell’ultimo comizio elettorale il candidato sindaco Miglionico senza  avere nessun contraddittorio, affermò:¨ “… La precedente amministrazione ha rilasciato doppi buoni ad alcuni cittadini …” 

AVENDO

PER TRASPARENZA  FATTO RICHIESTA DI UN PUNTUALE RISCONTRO ALL’UFFICIO TECNICO ED OTTENUTA QUESTA  RISPOSTA UFFICIALE:

  1.  Con nota N°3339 del 19.05.2010 a cura del responsabile dell’ufficio tecnico: “… non esistono casi di assegnazione di un doppio buono ad una singola persona, fatto salvo quanto previsto dalla legge N. 12 del 21.01.1988 che prevedeva il finanziamento, agli appartenenti ai coltivatori diretti, di un’abitazione nel centro abitato e in campagna …” 

RITENENDO CHE

¨       L’affermazione possa ritenersi come  L’ENNESIMO ESEMPIO DI FALSITA’ MACROSCOPICA. ¨       Qualcuno MENTE SAPENDO DI MENTIRE, oppure crede di poter fare affermazioni senza che qualcuno si prenda la briga di confrontarle con i dati. ¨       Non si possa pretendere anche in campagna elettorale di fare proclami ed insinuazioni senza riscontro, infangando l’operato di persone con la certezza che questi non possano avere un pubblico contraddittorio, così come è avvenuto nel comizio del 4 giugno 2009, tralasciano le becere insinuazioni sulla candidato capolista  o sul candidato cabarettista, il quale tra le altre svolge, anche, questa attività in piena autonomia intellettuale e dignità creativa, del resto se egli dovesse vergognarsi di una tale attitudine cosa dire di chi al candidato cabarettista fece da portaborse?¨       Dopo avere chiarito  LE BUGIE SUL COSTO DELLA SPAZZATURA, SUI RIMBORSI, SUI PROTOCOLLI, SULLA PISCINA, SUL VOTO DEGLI EMIGRANTI, ETC. ABBIAMO  CHIARITO UN’ALTRA ASSURDA AFFERMAZIONE  ELETTORALE.Tutto ciò premesso 

CHIEDONO

þ       Un chiarimento ufficiale sulla pubblica affermazione con la quale l’allora candidato sindaco nel pubblico comizio parlò di valenza penale dei doppi buoni assegnati allo stesso nucleo familiare, considerato che è stato ampiamente smentito dal documento a firma del responsabile dell’ufficio tecnico.   Di quanto fin qui annotato si chiede risposta scritta, riservandoci di comunicare tutto alle sede competenti.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *