Home » SatriaNO ALLA DISCARICA » IL RICORSO AL CONSIGLIO DI STATO E’ ANCORA IN ITINERE

IL RICORSO AL CONSIGLIO DI STATO E’ ANCORA IN ITINERE

E’ ufficiale ad oggi, 17 marzo, il comune non ha ancora impugnato la Sentenza del TAR del Lazio che ha dato ragione alla TYKE sulla nuova perimetrazione che esclude la località di contrada Congolo e di fatto ha riaperto la questione discarica.  Lo abbiamo appreso oggi ufficialmente, grazie ad un incontro con il legale, incaricato del ricorso al Consiglio di Stato. Certo c’è ancora tempo. Ma la linea argomentativa suggerita dalla giunta al professionista ci è sembrata ancora labile e poco chiara. Noi, al solito, in maniera generosa e responsabile abbiamo presentato i nostri appunti e suggerito ragionamenti e strategie. Con la speranza che queste vengano tenute in considerazione e che non vi siano superficiali riserve. Non entreremo oggi nel merito della questione per atto di responsabilità e per non dare elementi e vantaggi alla contro parte. Certo che a poco tempo dalla scadenza del ricorso, nonostante i tanti proclami della giunta che amministra Satriano i presupposti di confronto con Tyke non sono confortanti. Trattandosi di una querelle legale che investe i destini del territorio, apprezziamo la volontà degli amministratori che hanno aperto la riflessione e il confronto con il legale anche alla minoranza. Ma non comprendiamo le riserve, la prevenuta posizione integralista di un parte della giunta che per partito preso continua ad alimentare quel fumus di ambiguità che ha complicato negli anni la vicenda Discarica. Vicenda chiusa, se tutti avessero avuto un atteggiamento consapevole e coerente con gli interessi del territorio. Negli anni, non si può negare che ci sono state lacune e comportamenti c poco convinti che hanno dato elementi a TAR del Lazio di argomentare e convalidare le ragioni di chi vuole realizzare la discarica. Non volendo e non potendo entrare nello specifico della vicenda e del ricorso visto la delicata fase di elaborazione di una linea, piu’ che di difesa, di attacco alla roccaforte degli assunti della sentenza TAR, dobbiamo però affermare che una linea vincente è tale se si scardinano tutti gli assunti della controparte, sono tante le argomentazioni da riportare, non si deve in questa fase essere barricati su incomprensibili barricate ideologiche, ammesso che ve ne siano, in sintesi datevi una mossa perche se oggi ci comportiamo in maniera responsabile, in futuro non lo saremo e porteremo il conto a tutti. Vi terremo aggiornati sui contenuti di questo incontro e sul documento finale che speriamo sarà, finalmente, presentato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *