Home » GOVERNO OMBRA » IL POZZO SENZA FINE DELLA CASA DELLA SOLIDARIETA’

IL POZZO SENZA FINE DELLA CASA DELLA SOLIDARIETA’

Un progetto che prevedeva la realizzazione di un punto di incotro tra bisogni ed offerta socio assistenziale e aggregazionismo giovanile, pensato e fortemente voluto dalla nuova giunta nel 2004 con il nome di casa della solidarietà, ad oggi non ha lasciato tracce. Tranne nei bilanci pubblici, doveva costare poco piu’ di 200.000 € ,ad oggi il costo complessivo ha abbondantemente superato i 750.000 €, soldi della pubblica comunità. Dopo tante peripezie logistiche e progettuali, ora ha trovato una collocazione utilizzando il sito dello storico edificio della ex scuola materna sotto piazza Garibaldi. Unico segno tangibile dei lavori della casa della Solidarietà è il buco fatto dagli scavatori nella demolizione dell’edificio e soprattutto un buco molto piu’ tangibile ed oneroso nelle casse della collettività. Ne sentiremo parlare ancora  a lungo, di questa mirabile costruzione, sia per i tempi biblici ma anche per le numerose conseguenze penali ed amministrative che questa sconsiderata operazione ha determinato negli anni. Sui rendiconto, sui i bilanci e sui deliberati di giunta la cosiderano opera realizzata o in via di realizzazione, ma la casa della solidarietà è una specie di araba fenice, nel frattempo sta bruciando solo soldi,  non è ancora sorta ne tanto meno resuscitata dalle ceneri di una giunta amministrativa troppo attaccata agli affari e per niente alle esigenze della gente. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *