Home » Generale » IL CROCIFISSO RESTI NELLE SCUOLE

IL CROCIFISSO RESTI NELLE SCUOLE

La Corte Europea condanna la presenza dei Crocifissi nelle scuole come violazione delle convinzioni religiose dei genitori, la materia assai delicata e complessa negli ultimi tempi ha riacceso vecchie discussioni tra laici e cattolici .

Se la sentenza diventasse definitiva, la parola passerebbe alla Corte costituzionale che a quel punto dovrà decidere, ma a chi danno fastidio i crocifissi nelle scuole?

Personalmente auspico che la Gran Camera capovolga la sentenza e affermi, così come ha fatto il Consiglio di Stato nel febbraio del 2006, che la presenza del Crocifisso nelle aule scolastiche non comporta alcuna discriminazione a danno dei non appartenenti alla religione cattolica, ma al contrario riveste un’importanza formativa fondamentale in quanto simbolo di libertà, eguaglianza tolleranza e laicità dello Stato.

Questo perché il Crocifisso non solo costituisce un simbolo storico culturale e un segno di identificazione nazionale, ma è parte integrante della storia di gran parte dell’Europa, per cui più che essere cancellato dal principio di laicità, dovrebbe accompagnarlo come elemento di integrazione e di sviluppo.

Inoltre, pur volendo valutare il Crocifisso soltanto come simbolo religioso, non si può non osservare che la Croce è un simbolo cristiano e non specificamente cattolico, per cui vi si possono identificare numerose confessioni cristiane presenti nel nostro Paese che si rifanno tutte alla figura del Cristo: già questo è sufficiente a eliminare la possibilità di un conflitto con il principio di laicità che presuppone il pluralismo e non il confessionalismo.

Tutto ciò premesso , noi del gruppo SATRIANO INSIEME riteniamo opportuno che il consiglio comunale, così come hanno fatto altri Comuni, nella prima seduta utile prenda una posizione ufficiale e approvi un ordine del giorno a salvaguardia del Crocifisso.

Marcello PASCALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *