Home » GOVERNO OMBRA » IL CONSIGLIO COMUNALE DI SATRIANO SI MUOVE AI LIMITI DELLA LEGALITA’

IL CONSIGLIO COMUNALE DI SATRIANO SI MUOVE AI LIMITI DELLA LEGALITA’

Per tutti i consigli comunali esiste un preciso regolamento, anche per quello di Satriano. Solo che viene applicato a prorpio piacimento. Puntualmente, interrogazioni, ed interpellanze vengono presentate o no, applicando gli articoli con interpretazioni a dir poco al di fuori delle regole. Vi sono mozioni presentate a settembre 2009 che verrano discusse solo lunedì 29 Novembre 2010. Altre vengono discusse dopo che l’amministrazione ha risolto la questione oggetto dell’intervento, probabilmente per poter dire: "abbiamo  risolto", altre, peggio ancora non vengono presentate, pur di non dover pubblicamente contraddire affermazioni grossolane edingiuriose fatte pubblicamente. I fatti, nel comizio del 4 giugno del 2009 il sindaco Miglionico affermò che la precedente amministrazione aveva falsificato i bilanci e soprattutto rilasciato doppi buoni ai sensi della legge 219 sulla ricostruzione. Abbiamo interessato gli uffici comunali i quali hanno risposto:" che non esistono agli atti casi di doppi buoni, fatto salvo quanto previsto per gli agricoltori i quali hanno tutti avuto la possibilità di vedersi finanziare una struttura rurale ed una urbana". Dunque per l’ennesima volta abbiamo dimostrato che il sindaco Miglionico ha dichiarato il falso. Abbiamo presentato 2 interrogazioni e 2 interpellanze in data 11 agosto e 14 settembre senza vedere ad oggi calendarizzare la discussione in consiglio. Il segretario comunale solo per le iniziative datate 11 agosto, rispose che le iniziative non erano conformi a quanto previsto dal regolamento del cosiglio comunale. Anche questa affermazione non corrisponde al vero, l’art. 19 comm. 2 del regolamento recita: "l’interrogazione…….rivolta al sindaco o alla giunta per avere informazioni circa la sussistenza o la verità di un fatto determinato". Mentono su tutto. Se lunedì non avremo rassicurazioni sul fatto che le iniziative saranno inserite nel primo consiglio utile ci rivolgeremo con esplicito ricorso agli organi di controllo competenti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *