Home » CANTIERATE » EX DEROGATI: CONTINUIAMO A FORMARLI MA NON LI PAGHIAMO!

EX DEROGATI: CONTINUIAMO A FORMARLI MA NON LI PAGHIAMO!

Scrivendo su questa situazione periodica si viene facilmente tacciati per populisti. Sono anni che lo faccio e non mi esimo dal compito. In Basilicata vi sono 1730 persone che sono state accompagnate dopo la mobilità ordinaria a quella in deroga e poi inseriti in una apposita finestra del reddito d’inserimento, sono tutte le persone che hanno perso il lavoro alcuni lustri fa ed oggi non hanno nessun ammortizzatore sociale, solo speranza del reddito d’inserimento voluto dalla regione. Alcuni mesi fa hanno avviato l’ennesimo percorso formativo con APOFIL per poi essere inseriti in progetti di pubblica utilità presso i comuni (a Satriano sono in questa condizione circa 15 persone). Al termine di ogni percorso formativo si pone l’annosa situazione del pagamento degli emolumenti. Il direttore dell’Apofil in risposta ad una specifica domanda fatte dagli interessati si impegno a far pervenire il pagamento delle spettanze (circa 450 €) entro la prima settimana di Agosto. Ovviamente questo non è accaduto. Sarebbe il caso che qualcuno consideri il pagamento delle spettanze di lavoratori in difficoltà come prioritario rispetto ad altre cose leggermente meno necessari, quali passerelle, o faraoniche consulenze o contenitori vuoti. Ma questo è un discorso annoso e anche stucchevole. Spero che qualcuno, come ha fatto in passato, metta i pedi a terra e paghi quanto dovuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *