Home » Generale » DON ANTONIO “MONNEZZA”

DON ANTONIO “MONNEZZA”

Dall’avvevto dei social network c’è una partecipazione attiva alle vicende politiche e sociali. Spesso mi trovo infastidito nel leggere i post di alcune persone, sempre distaccati dalla reltà in cui vivono, parlare solo come esercizio dialettico di vicende e dinamiche nazionali. Come se quello che accade nella propria terra o nel prorio paese non fosse troppo figo o peggio ancora. mettere le mani e il pensiero sulle dinamiche politiche interne, possa creare piu’ fastidi rispetto alla esotica discussione. Da quando abbiamo aperto questo blog, abbiamo cercato di parlare esclusivamente dell’argomento principe della nostra mission, politica Satriano. Parlare di dinamiche importanti nazionali sembrerebbe eludere le discussioni interne. Ma oggi facciamo un digressione, motivata dal fastidio personale nel leggere una notizia di oggi. Bassolino è stato accolto peronalmente in regione da De Filippo e Folino, i massimi esponenti della giunta Regionale. Comprendiamo le ragioni della real politic. Comprendiamo anche le motivazioni affettive. Don Antonio è stato i leader della politica post comunista nel sud. Ma nemmeno possiamo cospargerci la testa di cenere. Non si può dimenticare chi è stato come amministratore Bassolino. Credo che lo scempio dei rifiuti sotto i tetti a Napoli, abbiano pur insegnato qualcosa. Bassolino non è stato commissario staordianrio ai rifiuti piu’ volte in campania?. Di chi sono le responsabilità dello schifo che la regione campania è costratta a subire?. Ebbene l’ospitalità è sacra e noi lucani siamo dei campioni in materia, ma caro Vito e Vincenzo vi potevate anche esimere dal dire: “a bocca aperta davanti a Bassolino” e “gran rispetto davanti a Bassolino”. Credo che tutti leggendo questa notizia abbiamo provato un pò d’ imbarazzo, in Canpania proverebbero ben altro sentimento. Ma non siamo ingenui, nulla in Basilicata si fa per caso, chissà cosa nasconde questa redenzione lucana del Don Monnezza. Oggi capisco perchè alcuni anni fa in piena emergenza, monnezza, in Campania la Regione Basilicata assunse, come esperto esterno in materia di rifiuti il figlio di Bassolino.

Tonino Iallorenzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *