Home » SatriaNO ALLA DISCARICA » Discarica della Tyke srl a Satriano: l’assessore Mancusi annuncia il ricorso al Consiglio di Stato

Discarica della Tyke srl a Satriano: l’assessore Mancusi annuncia il ricorso al Consiglio di Stato

(fonte OLA)

25 gennaio 2011

L’Assessore regionale all’Ambiente della Regione Basilicata, Agatino Mancusi, dai microfoni del TGR Basilicata ha annunciato il ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del TAR Lazio favorevole alla società Tyke srl per la realizzazione di una discarica per rifiuti speciali in località Pietra Congolo di Satriano, situata all’interno del perimetro del parco nazionale Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese. In proposito, la OLA continua a chiedere all’assessore provinciale all’Ambiente, Massimo Macchia, di rivedere i Piani dei Rifiuti industriali e Urbani, sui quali grava l’ipoteca di una lobby trasversale politico-imprenditoriale proveniente dal settore edile locale, oggi in crisi, collegata ad importanti multinazionali ed interessata a  realizzare in Basilicata inceneritori, discariche ed impianti di CDR. E’ infatti possibile che la discarica di rifiuti speciali venga ipotizzata in altra località, forzando una modifica del Piano Provinciale. Non é un caso che siano oggi gli stessi imprenditori edili  ad essere interessati alla dispendiosa ed inquinante impiantistica delle discariche, degli inceneritori e della produzione del CDR in Basilicata – così come uno studio elaborato della società Sogesid SpA conferma di pianificare –  notoriamente molto più costosi degli impianti per la produzione del compost verde (che è diverso dal compost grigio, ndr) che, invece, potrebbero risolvere il problema delle discariche e della raccolta differenziata dei rifiuti in Basilicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *