Home » SatriaNO ALLA DISCARICA » COSTITUZIONE DELLA REGIONE AL CONSIGLIO DI STATO CONTRO LA SENTENZA DEL TAR DEL LAZIO-PRECISAZIONI

COSTITUZIONE DELLA REGIONE AL CONSIGLIO DI STATO CONTRO LA SENTENZA DEL TAR DEL LAZIO-PRECISAZIONI

Nel satriano Informa la Giunta comunale ha riportato la seguente nota: L’amministrazione comunale dopo aver inviato gli atti deliberati nei mesi scorsi agli enti sovracomunali, con nota dell’11 Gennaio 2011 prot. comune n° 178, il dipartimento Ambiente della Regione Basilicata ha chiesto la Documentazione in nostro possesso utile per valutare l’opportunità di proporre opposizione allas entenza del TAR Lazio. L’ammiinistrazione Comunale di satriano si ritiene pertanto molto soddisfatta per la posizione assunta dlla Regione Basilicata che va a supportare l’opposizione già attivata dal nostro comune.

Nell’apprendere che la regione ha finalmente dichiarato, ufficilamente, di costituirsi contro la sentenza del TAR del Lazio, ricordiamo anche che la costituzione della Regione era scontata. Di fatti, era parte in causa anche nel ricorso al TAR della TYKE srl. Costituirsi in giudizio per il dipartimento Ambiente della Regione basilicata è atto quasi obbligato. ALTRIMENTI SI ESPORREBBE A SICURE OSSERVAZIONI DA PARTE DELLA CORTE DEI CONTI. Aspettiamo, invece, posizioni politiche  e programmatiche del Dipartimento Ambiente e della Regione sulla vicenda. Sarebbe ora che si lavorasse ad un piano organico pe rla gestione rifiuti. Vorremmo che in regione si dicesse se vogliono realizzare la discarica si o no? A  Satriano o in subordine dove?

L’amministrazione si ritiene soddisfatta perchè il Dipartimento Ambiente fa tecnicamente quello che anche una autoregolamentazione interna gli impone?. Del resto la Regione si era costituita nel 2007 , il comune di Satriano, NO.

La giunta comunale ha  inviato la documentazione agli organi sovracomunali dopo la sentenza del TAR del 13 ottobre 2010,  anche perchè c’è stato chi  ha sollecitato il passaggio dal torpore all’azione dell’ente, peccato non abbiate fatto nulla nel 2007, se non fare dichiarazioni contro producenti in conferenza unificata stato regioni, peccatto non abbiate allora inviato nessuna documentazione agli organi competenti e alla conferenza così come vi fu’ richiesto. Così come comprovano i documenti quì allegati:

Parere_Conf_STATO_REG di d[1]

parere della conferenz aunificata e aree di restrizione e protezione del parco

parere 2 agosto 2007

com stampa del 20 sette 2007

Sentenza-Tyke1

 

E’ sempre piu’ forte la convinzione che gli enti interessati: Comune, Provincia di Potenza e Regione Basilicata, vogliano delegare il consiglio di Stato a predere una decisone, non avendo capacità di governance e nello specifico di getsione dei rifiuti e rispetto del grand epatrimonio ambientale, per poi ergersi ad eroi se il pronucniamento fosse contro la discarica o  ad essumere il ruolo di  vittima per una sentezza che auorizzi la ditta Tyke, a dare continuità al progetto approvato dalla regione nel 1997.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *