Home » Generale » COMUNICATO STAMPA DEL 27 APRILE

COMUNICATO STAMPA DEL 27 APRILE

  Gruppo Consiliare

SATRIANO INSIEME

http://www.satrianoinsieme.it

  COMUNICATO STAMPA 

In merito ha quanto affermato, ancora una, volta dal sindaco si Satriano sulla situazione di incompatibilità dell’assessore comunale Sangiacomo, nonché comandante pro tempore della polizia provinciale, siamo tenuti a precisare che il sindaco non può sostituirsi ai giudici per affermare che il consigliere/assessore in questione sia compatibile.In quanto e proprio dei giudici di giurisdizione la competenza sulla incompatibilità ai sensi del Testo Unico 267 del 2000. A questo istituto deve chiedere un parere sulla questione. I pareri del Vice Prefetto e di un componente dell’ANCI seppur autorevoli non sono competenti in materia.  Il vice Prefetto ha espresso un parere ai sensi della legge 121 dell’1981 sottolineando che la polizia provinciale non era nell’elenco dei corpi di polizia giudiziaria e di pubblica sicurezza. Di fatti i corpi di polizia Provinciale sono stati istituiti solo alla fine degli anni ’80. Nello stesso parere del Vice prefetto non è stato lesionato l’art. 81 della legge 121: (NORME DI COMPORTAMENTO POLITICO)  “…GLI APPARTENENTI ALLE FORZE DI POLIZIA DEBBONO IN OGNI CIRCOSTANZA MANTENERSI AL DI FUORI DELLE COMPETIZIONI POLITICHE E NON POSSONO ASSUMERE COMPORTAMENTI CHE COMPROMETTANO L’ASSOLUTA IMPARZIALITÀ DELLE LORO FUNZIONI….….Chi è intervenuta , difatti abrogando le norme precedenti, sulla materia è la 267/2000 che all’articolo 60 afferma:”… i comandanti  di corpo di polizia non possono avere ruoli politici nei territori di competenza …”. Ma chi ha chiarito ancor di piu’ la questione è la legge regionale n°41 del 29.12.2009 che ha attribuito alla polizia Provinciale compiti di polizia giudiziaria, ambientale e di pubblica sicurezza, tutte quelle funzioni che rendono incompatibile un’assessore comunale con delega , tra le altre, ambientale. Come può una persona essere controllore e controllato.Il sindaco fa finta di non conoscere la norma regionale,  il 21 aprile durante il consiglio comunale straordinario, mentre affermava che il consigliere in questione per sua ratio era compatibile, faceva passare uno schema di delibera per la gestione della polizia locale consorziata con i comuni di Brienza e Sasso di Castalda, riportando in delibera la Legge regionale 41 per dimostrare lo satus di polizia giudiziaria e di pubblica sicurezza della polizia locale e quindi indirettamente della stessa polizia provinciale. In sostanza, la legge 41 c’è per avallare disegni di comodo, non esiste o non ha validità se serve ad affermare che una persona debba scegliere se occuparsi di politica o fare il poliziotto! Investa il sindaco gli organi competenti per legge, altrimenti si possono connotare oltre che estremi di abuso d’ufficio, anche un danno erariale.

Il gruppo Satriano Insieme volendo fare realmente chiarezza investirà gli organi competenti ai sensi del T.U..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *