Home » GOVERNO OMBRA » comunicato stampa del 12.08.2010

comunicato stampa del 12.08.2010

 A metà, della rassegna organizzata dal comune di Satriano si conferma la costante degli ultimi anni di programmazione culturale e spettacolare che contraddistingue l’estate Satrianese, proclami a mezzo stampa, manifesti, pubblicistica e 6×3 a sancire a caratteri cubitali il nulla. Chiunque arrivi a Satriano si trova a dovere passeggiare nel bellissimo borgo senza trovare un attrattore o un evento pensato, realizzato e diretto con una attenzione degna di nota. Ridicoli i numeri e le presenze con trend sempre in calo negli ultimi anni. Sono riusciti non solo ad annullare eventi consolidati negli anni ma a minare anche l’unica manifestazione di livello nata con l’avvento della giunta Miglionico. Fatta salva la sera di San Rocco del 16 Agosto, festa religiosa e di tutti che il comune si ostina ad inserire nel cartellone  organizzato dal comune , tutte le iniziative registrano un crollo di presenze e visitatori. Si è passati dalle 5.000 presenze di uno degli eventi del 2004 a poche decine in alcune delle estemporanee e volenterose manifestazioni di questi anni. Potrebbe essere un argomento frivolo e da non trattare politicamente se non fosse che in questi ultimi 6 anni l’amministrazione Miglionico ha utilizzato e mal speso centinaia di migliaia di euro di fondi pubblici. Basti pensare ha quanto ha speso per far decollare una manifestazione come il Pietrafesano che ad oggi risulta un aborto incompiuto senza parlare dei numeri di visitatori realmente minimi. Una figura come il De Gregorio prima mistificata e collocata in un assurdo ed antistorico rinascimento lucano ora trattato alla stregua di qualsiasi sagra con percorso gastronomico con birra e salamela. I 5 anni non si è stati nemmeno capaci di trattare seriamente con un convegno il dubbio del nome del pittore manierista: Pietrafesa o Pietrafesano (egli si firmava Pietrafesanus pingebat). Nell’ultima edizione si è tentato il grande colpo ad effetto l’inaugurazione di un palazzo gentilizio che non è stato ancora ultimato. Tanto èche lo stesso presidente della regione De Filippo, invitato, confermato, avendo capito la bufala ha gentilmente declinato l’invito per evitare imbarazzi. In 5 anni si è spesi piu’ di 100.000 € con punte di 40.000 € nel primo anno. Oggi l’ente ha a disposizione 60.000 € per 3 anni. Ne ha spesi 18.000 in questa edizione. Intanto la regione, gli enti sub regionali, i PIOT dimostrando la loro incapacità di spesa e l’assenza assoluta di meritocrazia che vige in questa regione senza alcun controllo di qualità premia il nulla culturale estivo di Satriano con 235.000 € da spendere in 3 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *