Home » "PIAZZATE" » Che triste quel paese dove si tagliano gli alberi e si impiantano quelli finti

Che triste quel paese dove si tagliano gli alberi e si impiantano quelli finti

Come è triste “quel paese” dove si tagliano gli alberi e si installano quelli falsi e finti. Nel mio paese c’erano gli alberi, anche intorno al campanile. Nel mio paese gli alberi si piantavano, non si estirpavano. Nel mio paese quando qualcuno tagliava un albero, c’era un’altro che se ne doleva. Nel mio paese se una statua è brutta e insignificante, c’è sempre qualcuno che ha il coraggio di lamentarsene.

C’erano due alberi vicino al campanile, uno fu tagliato di notte, l’altro secco, è stato tagliato recentemente. Che triste il paese dove c’è chi si vanta di essere ecologista e usa gli alberi per vestirsi una volta all’anno, li taglia nei boschi facendosi pagare e sostituisce un povero albero vicino al campanile con una triste e tetra statua, così come son tristi i sei mesi del paese che amministra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *