Home » 2019 » C/da Serroni e la strada dimenticata da tutti, peggio di Kabul e con rischi igienico sanitari

C/da Serroni e la strada dimenticata da tutti, peggio di Kabul e con rischi igienico sanitari

Tempo fa parlai di una strada degna di Kabul. Oggi continuando a giocare potrei dire che è degna della ex Parigi-Dakar. E’ la strada di c/da Serroni. L’ho voluta percorrere venendo da c/da Isca-Pantanelle e passando da c/da Fellana, come facevo da bambino, 45 anni fa o poco meno. Nulla è cambiato. Il manto stradale è lo stesso degli anni ’70, quando ancora si asfaltavano le strade poderali e si realizzavano cunette. D’allora in poi solo chiacchiere e campagne elettorali, con messia, rivoluzionari e pellegrini. Anche io ne ho fatte due. Solo che io non amministro. Quella strada è ferma agli anni ’70. L’asfalto no, si è mosso in quasi 50 anni, si è mosso molto in tutte le direzioni, in alto, in basso, a destra a sinistra, in alcuni casi sembra esploso, un po’ come i crateri lasciati dall’ogiva di una bomba. Arrivando a Satriano da Fellana vi sono dossi con dislivelli di quasi un metro che mettono alla prova gli ammortizzatori, ammesso che ne abbiano, di trattori e camion, figuriamoci quelli di una macchina. La realtà è che c’è una strada nel comune di Satriano indegna, percorsa poche volte negli ultimi anni da chi scrive, ma con continuità da decine di famiglie, senza che qualcuno se ne interessi. Mesi fa misero due cariole di sabbia! Queste famiglie tutti i giorni devono percorlerla per arrivare in paese. Famiglie che sono utili come bancomat elettorali solo in campagna elettorale o come bancomat contributivo a Giugno, Ottobre e Dicembre! Non allego foto perché sarebbe un gioco patetico, vi invito a fare un giro, visto che a Satriano c’è qualcuno che amministra il paese. Non allego foto, perché le foto non rendono la puzza che vi assale se percorrete quella strada, dato che le fogne sulla destra, nel canalone, da qualche settimana hanno deciso di trasbordare e continuano a buttare nel terreno e nell’aria come gaiser tutto quello che proviene dalle case della contrada. La situazione è staticamente indecente ma è soprattutto ai limiti del collasso igienico sanitario. Le abbondanti piogge e un sistema fognario vecchio e datato non riescono piu’ a supportare la pur crescente presenza antropica. Basta chiacchiere intervenite altrimenti dopo l’interrogazione farò un esposto agli organi competenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *