Home » Senza Categoria » ANONIMA GUERRA TRA POVERI?

ANONIMA GUERRA TRA POVERI?

Siamo alla frutta, lo diciamo da anni nel paesello. Le metafore e le allegorie si sprecano: “u voie ca chiama curnute u ciucche”,”Vivi e lascia vivere” e tante altre. Quando c’è una recessione o una involuzione economica, la “Guerra tra poveri” è quasi automatica. Ma immaginare persone con evidente conflitto di interessi con chi gestisce, fare la voce da padrone senza ritegno, arraffare tutto e non lasciare ad altri manco le briciole ora indignarsi e denunciare nella maniera più’ vigliacca e becera chi si “Guadagna un piatto di pasta” NO, non si può sopportare. Ogni 5 anni si va al voto e si vince democraticamente una competizione elettorale che consegna i diritto /dovere di gestire la cosa pubblica, non di disporre urbi et orbi o do ut des l’economia del paese. Amministrare, non significa mettere la cappa su un paese. Non dovete minacciare in maniera familistica e MAFIOSA un intero paese. Il paese lo avete affamato con la vostra condotta, con pratiche becere e disgustose. Smettetela non siete nati furbi e nemmeno lo siete diventati improvvisamente, la misura è oramai colma!

Post Tagged with,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *