Home » GOVERNO OMBRA » A SATRIANO E’ CRISI ECONOMICA CONCLAMATA

A SATRIANO E’ CRISI ECONOMICA CONCLAMATA

  La situazione economica ed occupazionale a Satriano è ormai ai minimi storici. Se è vero che ci troviamo in una situazione di congiuntura internazionale che sta creando una perdurante bolla recessiva che limita le possibilità di crescita del sistema Italia, vanificando gli investimenti e le opportunità lavorative, bisogna anche dire che Satriano è un paese che sta subendo più di altri la congiuntura. Nel paese non vi sono imprese ed aziende abbastanza grandi per far fronte all’offerta occupazionale intellettuale, concettuale e nemmeno a quella generica ed operaia. Il governo nazionale non sta mettendo in piedi una valida manovra che argini il problema, ma sicuramente non sono risolutive le iniziative della Regione, orientate a sterili palliativi che ingrassano i soliti Enti di formazione sempre più spesso prolungamento di funzionari regionali. Ne sono un esempio: i naufragati Tirocini Formativi, i Work Esperience, che dire poi dei nuovissimi bandi dall’inquietante nome “reddito ponte”, inquietante perché sappiamo che fine fanno i ponti in Basilicata: chiudono, spesso e a volte cadono. Ma chi non sta facendo nulla è sicuramente la giunta comunale di Satriano, tutta intenta a spendere, solamente, i soldi delle royalties senza ricadute positive ed occupazionali per i cittadini. Le stesse imprese edili, illuse in un’ incontro pre elettorale, poco stanno facendo sul territorio, alcune sono ai limiti del collasso, altre sono costrette ad emigrare. Ma chi sta cedendo il passo è sicuramente la famiglia, da sempre ammortizzatore sociale d’eccellenza nei momenti di crisi, ma che è oggi a Satriano ai limiti della sopravvivenza. La famiglia è completamente abbandonata a se stessa, nulla ha fatto e sta facendo questa giunta comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *