Home » LAVORO » 36 COMUNI SONO GIA’ OPERATIVI PER I TIROCINI DEL REDDITO D’INSERIMENTO, E SATRIANO???

36 COMUNI SONO GIA’ OPERATIVI PER I TIROCINI DEL REDDITO D’INSERIMENTO, E SATRIANO???

HO PUBBLICATO 3 ORE FA IL POST DELLA REGIONE, DALLA QUALE SI EVINCE CHEL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE NON SI OCCUPA NEMMENO DELLA ORDINARIA AMMINISTRAZIONE. DA FINE LUGLIO NON SONO STATI IN GRADO DI AVVIARE LE PRATICHE PER ATTIVARE IMMEDIATAMENTE I TIROCINI.TIROCINI DI INCLUSIONE AL VIA IN 36 COMUNI LUCANI

03.10.2016
ore 19:27
Sono 17 in provincia di Potenza e 19 in quella di Matera. Riunione del gruppo di coordinamento insediato presso la Presidenza della Giunta regionale
AGR Sono 36 i comuni lucani che in linea con gli impegni assunti hanno avviato e in larga parte concluso le procedure di presa in carico degli aventi diritto alla misura di sostegno al reddito denominata “tirocini di inclusione”.
Nei prossimi giorni, e comunque entro il 31 ottobre prossimo, anche i restanti 95 Comuni della Basilicata procederanno alla suddetta presa in carico, obbligatoriamente prevista per l’avvio delle attività, finanziate dal PO Fse Basilicata 2014-2020 e rivolti complessivamente a circa 1.600 cittadini lucani in condizioni di forte disagio sociale.
Dei 36 Comuni al momento interessati, 17 appartengono alla provincia di Potenza e 19 a quella di Matera.
Si tratta di: Potenza, Castelmezzano, Picerno, Abriola, Savoia di Lucania, Rionero, Barile, Rapolla, Ripacandida, Ginestra, Maschito, Castelluccio Inferiore, Trecchina, Marsico Nuovo, Bella, Brienza e San Chirico Nuovo.
Per il Materano: Accettura, Aliano, Calciano, Ferrandina, Garaguso, Grassano, Grottole, Miglionico, Montescaglioso. Nova Siri, Oliveto Lucano, Policoro, Salandra, San Giorgio Lucano, Scanzano Ionico, Stigliano, Tricarico, Tursi e Valsinni.
I dati sono emersi al termine dei lavori della riunione odierna del gruppo di coordinamento a suo tempo istituito dalla Presidenza della Giunta con la partecipazione delle parti sindacali, ed in particolare dei segretari generali regionali di Cgil-Cisl-Uil, presenti anche i rappresentanti a livello tecnico delle Province di Potenza e Matera, con le rispettive Agenzie.
Nel corso dell’incontro sono state anche approfondite le tematiche relative al concreto avvio del reddito minimo di inserimento e più in generale del riparto delle risorse rivenienti dalla ex carta carburanti, pari a circa 142 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *