Home » CULTURA » PROPOSTO UNA RIDUZIONE SULLA TARI PER LE FAMIGLIE CON UNA PERSONA DISABILE

PROPOSTO UNA RIDUZIONE SULLA TARI PER LE FAMIGLIE CON UNA PERSONA DISABILE

12985632_10207968914892360_5665881212844482077_nMARTEDì, PROPORRO’, CONCRETAMENTE, NELLA NUOVA RIMODULAZIONE DEL REGOLAMENTO IUC E PRECISAMENTE NELLA PARTE RIFERITA ALLA TARI(ES TARSU, TARES: SPAZZATURA) UNA RIDUZIONE DELLA TARI DAL 5 AL 30% PER I NUCLEI FAMILIARI CON UNA PERSONA DISABILE. RICORDO CHE LA MEDESIMA COSA FU DA ME PROPOSTA NEL 2013 E FU BOCCIATA DALL’ALLORA MAGGIORANZA, SPERO DI TROVARE UN’ALTRA SENSIBILITA’ IN MERITO.

CHI DOVREBBERO E POTREBBERO ESSERE I BENEFICIARI: riduzioni a favore di quei nuclei familiari in cui siano presenti componenti disabili o invalidi.  1) Riduzione della quota fissa dal 5% al 30% a favore delle famiglie tra i cui componenti è presente: una persona disabile, ex legge 5 febbraio 1992 n. 104 articolo 3 comma 3, o soggetto con invalidità civile ai sensi dell’art. 20 della legge 3 agosto 2009 n 102 (invalidità ultra sessantacinquenne con necessità di assistenza continua, non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita (L.508/88) o invalido con totale e permanente inabilità lavorativa 100% e con necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita (l.18/80 e L.508/88)”.
I cittadini che volessero beneficiare delle agevolazioni previste da questa proposta dovranno presentare domanda ai sensi di uno specifico art. del regolamento IUC 2016 del Comune.

Post Tagged with,,,

2 Responses so far.

  1. IVA ha detto:

    Ottima proposta, come quella di abbassare la tari a chi non ha le macchinette come ha fatto qualche comune, mi pare Balvano. Perché non hai pubblicato il mio commento sulla Piscina?

    • gjqaypxf ha detto:

      hai ragione la proposta sulle macchinette la presentai alcuni anni fa fu bocciata, è stata bocciata anche quella di sartiano 2050.scusa se rispondo in ritardo, ma l’anti spai mi ha mandato tutti i messaggi in una cartella remota:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *